Compiti di matematica scuola elementare: il percorso di studi



La matematica si sa, è un po’ il tallone d’Achille di tutti, soprattutto poi alle elementari è un problema se non affrontata nella maniera giusta.

L’apprendimento di tale materia, va quindi assecondato facendo appassionare lo studente e non presentandogli l’argomento in maniera noiosa e complicata.

I compiti di matematica assegnati a casa, vanno affrontati in maniera razionale e non applicando solo le nozioni, facendo così ragionare l’alunno.

Bisogna quindi stilare un percorso di studi attraverso il quale affrontare i compiti in maniera propositiva, siano essi problemi algebrici, geometrici o aritmetici.

Non bisogna appesantire di compiti gli alunni, in quanto l’apprendimento potrebbe risentirne, così come il rifiuto per la materia in sè.

Nei primi 5 anni le nozioni insegnate sono principalmente l’aritmetica e la geometria. I compiti assegnati a casa agli studenti vertono su questi due rami della matematica, con problemi e tabelline in primo piano.

Quando ai bambini vengono assegnati sia compiti di aritmetica che di geometria, si coniglia di predisporre il bambino ad affrontare prima quelli di artitmetica e successivamente quelli di geometria.