Il Sindaco di New York agli studenti: “Fate gli idraulici”



Capita qualche volta di sentir dire: “ Meglio fare l’idraulico che andare all’università”. Però se a dirlo è il sindaco di New York Micheal Bloomberg, sicuramente non passa inosservato.

Chiaramente l’analisi del primo cittadino della grande mela è più dettagliata in quanto a suo parere gli studenti che fanno enormi sacrifici per pagare le tasse universitarie, magari in alcuni casi non sono tanto bravi e da qui l’affermazione: “ Meglio fare gli idraulici”. Risparmiare tutti quei soldi  e investirli in una scuola professionale. Lui, la chiama, “una scommessa vincente”.

Può sembrare un modo per tarpare le ali a molti giovani, ma in effetti che senso ha pagare cifre esorbitanti all’università ( che ammontano fino a 50000 dollari ) per ottenere risultati non soddisfacenti e di conseguenza correre il rischio di non trovare lavoro ?  Spesso molti ragazzi si sopravvalutano e non pensano nemmeno che sarà fatica inutile, anzi credono fermamente nelle loro capacità anche nei casi in cui oggettivamente queste sono limitate o addirittura assenti.

Quindi anche in virtù della crisi finanziaria, il consiglio di Bloomberg è quello di puntare su mestiere che servirà sempre e che quindi sarà sempre più o meno remunerativo.

È intervenuto sulla questione anche Mark Kantrowitz, autorità nel settore finanziario che riguarda gli studenti: “Non è detto che se vai al college poi riuscirai ad avere un buon lavoro”. In ogni caso, per lui, “l’università è comunque un buon investimento”.

La notizia è arrivata anche in Italia e a tal proposito è intervenuta l’ex ministro Fornero che ha dichiarato: “In un mercato aperto come quello europeo laurearsi per laurearsi serve a poco. Se ci si laurea male si hanno competenze modeste, che portano poco lontano, meglio non inseguire il titolo per essere dottori per forza. Meglio avere una formazione tecnica spendibile”.

Questo dibattito sarà sempre d’attualità e ogni volta ci saranno risposte e dinamiche diverse, ma forse la cosa più giusta da fare per i giovani è riflettere per bene sulle proprie capacità prima di effettuare qualsiasi scelta.
349px-Michael_R_Bloomberg