Come lavorare in Australia



Sono in costante crescita le persone che emigrano in Australia in cerca di fortuna. Infatti secondo l’OCSE  la terra dei canguri è il miglior paese in cui vivere, e molte delle sue città sono nel top ten delle città più vivibili del pianeta.

Ma ciò che maggiormente attira le persone è senz’altro il bassissimo tasso di disoccupazione, che si assesta intorno al 5,2 %, un dato davvero incoraggiante e che in un periodo di profonda crisi come questo, spinge molti a migrare nel paese Oceanico.

Naturalmente non è semplice poter attuare un progetto simile. Infatti ci sono alcuni requisiti che bisogna assolutamente avere e bisogna compiere delle procedure non proprio scontate.

Fondamentale è dunque la conoscenza dell’inglese, nessun datore assume se non si conosce la lingua nazionale, quindi nel caso di imperfezioni linguistiche bisogna prima lavorare per limare queste e poi si può iniziare a cercare lavoro.

Inoltre è consigliabile non cercare lavoro con estremo anticipo, in Australia le procedure di assunzione sono molto celeri e  i datori di lavoro non sono disposti ad aspettare mesi prima di vedere il neo assunto all’opera.

E’ consigliabile, invece, familiarizzare con le procedure di immigrazione prima di iniziare a rispondere agli annunci. E magari anche richiedere un visto. Per il datore di lavoro è determinante avere la certezza che i potenziali candidati stiano per trasferirsi in Australia e che lo facciano rispettando la legge. Dimostrare di saper impostare lettere di presentazione e curricula seguendo gli standard australiani è un altro aspetto da non sottovalutare.

Chiaramente sono diversi i visti per poter lavorare in Australia alcuni sono semplici da ottenere, come il working holiday visa o il visto studente, altri sono leggermente più complicati, perché rientrano in un percorso che  potrebbe anche permettere di ottenere una residenza permanente in Australia, anche tutta la vita.

Delle grosse opportunità insomma, e visti i numeri confortanti del 2012 ( 65.000 visti ottenuti dagli Italiani ) si può ben sperare, e cercare di ripartire in uno dei paesi più all’avanguardia del mondo.
583px-Australia_satellite_plane