Manifestazione studenti Roma 19 novembre 2011



Quanto sta accadendo in questi giorni a Roma è visibile sotto gli occhi di tutti. Le manifestazioni degli ‘indignados’, degli studenti, dei precari, dei sindacati, dei disoccupati, degli insegnanti non hanno fine. Le piazze romane in questi ultimi 5 giorni trasbordano di centinaia di manifestanti che non ne possono più per come le cose stanno volgendo. La crisi è immane e non appare via d’uscita. Il governo Berlusconi non ha saputo far fronte alla recessione, anzi, e con l’arrivo del governo tecnico le cose si spera migliorino giorno dopo giorno. Tutto ciò però non basta a rassicurare gli italiani, che mai hanno vissuto un momento simile dalla II Guerra Mondiale.  Anche per la giornata di oggi sono previste agitazione nella Capitale. Nei giorni scorsi, Roma ha vissuto momenti di caos totale, con il traffico in tilt e con la polizia che ha caricato più volte i manifestanti.

Gli studenti anche oggi sono in piazza per dire basta ai tagli! Appena giovedì scorso la grande manifestazione di Roma, Milano e Palermo ha creato scompiglio nelle 3 città, tanto che nel pomeriggio i toni si sono accesi e le proteste pacifiche sono divenute veri e propri campi di battaglia. La speranza è che dopo il giovedì nero vissuto, nelle prossime manifestazioni vada tutto per il meglio. Si deve lottare per i propri diritti, ma sempre in maniera civile. La voce si può alzare, ma la violenza è da condannare. Vedremo se nelle prossime ore arriveranno bollettini nefasti o meno su quanto sta accadendo oggi a Roma.