Sciopero studenti Cile 2011



Abbiamo più volte aperto la questione scioperi per questo inverno 2011, annunciando che le manifestazione in piazza di studenti, professori e del personale ATA sarà il vero motore di questo inverno scolastico che si preannuncia rovente. La questione è delicata poichè in Italia la situazione scolastica sta diventando insostenibile giorno dopo giorno, con il governo che è immobile su questo argomento. In Cile gli studenti sono in piazza ormai da mesi e mesi contro le istituzioni locali. Lo sciopero degli studenti cileni è stato veemente, altro che quanto accaduto in Italia, in Spagna o in Inghilterra o ancora in Grecia. La protesta cilena è stata violentissima. Un autobus è stato dato alle fiamme da un gruppo di incappucciati, la polizia ha dovuto caricare più volte gruppi sempre più grandi e sempre più ostili di ragazzi. Gli idranti hanno iniziato a fare la loro comparsa a seguito dei pneumatici dati alle fiamme e delle barricate create dagli studenti.

Il caos più totale e pensare che questa è stata solo la prima delle 2 giornate di manifestazione indette dagli studenti di Santiago. Ovviamente il movimento studentesco ha preso subito le distanze da quelli che non sono stati classificati come studenti, bensì come teppisti. Manifestare è un diritto, ma sempre con rispetto civile per le persone e per il suolo pubblico. Il governo cileno ha intanto annunciato una linea durissima contro i manifestanti degli scontri, i quali sono stati arrestati solo in minima parte. Cosa accadrà nella seconda giornata di sciopero indetto è difficile dirlo, fatto sta che il Cile trema.