Tema sul calcioscommesse: informazioni utili



Il calcioscommesse ha aperto un’altra inquietante ferita nel mondo del calcio. Tutto è scoppiato da diverse denunce arrivate nella scorsa estate con calciatori che hanno voluto dire basta alle partite combinate ed al calcio ‘sporco’. Un calcio sporco non certo per gli scarpini o per l’erba sui pantaloncini, ma fatto di giocate clandestine e di scommesse illegali.

Non si poteva quindi che aprire un’inchiesta su fatti che da lì a qualche settimana avrebbero sconvolto il mondo del calcio giocato e delle scommesse. E così venne portato alla luce dagli inquirenti un mondo fatto di accordi taciti o in alcuni casi anche palesi, con calciatori della Serie A e B implicati in partite truccate.

Tante sono state le scommesse sullo scorso campionato e tanti sono i soldi che Signori, Doni, ed altri illustri nomi hanno portato a casa. Non sorprende dunque l’arresto nelle ultime ore di Masiello, difensore dell’Atalanta, già penalizzata in questo campionato con 6 punti in classifica proprio per il calcioscommesse.

Masiello ha rivelato che il suo autogol nella gara Lecce – Bari fu volontario. Il calciatore, se così si può ancora definire, voleva incassare i soldi della scommessa come egli stesso ha dichiarato agli investigatori. La gara in questione valeva la salvezza per il Lecce, mentre il Bari era già retrocesso.

Pare proprio che lo schifo del calcioscommesse non accenni a diminuire. Giorno dopo giorno sono sempre di più gli elementi che emergono dalle indagini degli inquirenti. Inutile dire che nessuno più riuscirà a guardare una partita senza chiedersi se sia una partita pulita o meno.