Test d’ingresso Università 2011 2012: primo anno post riforma



Il 2011 – 2012 sarà l’anno zero per le facoltà italiane. L’anno in cui si ripartirà dopo la riforma Gelmini che ha stravolto le università italiane. Per quanto riguarda prettamente i test di ammissione alle facoltà a numero chiuso poi, i famosi test di ingresso, il Ministero dell’Istruzione ha già comunicato le date per il prossimo anno accademico.

Si comincia il 5 settembre con Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria in lingua italiana. Il 6 settembre sarà la volta di Medicina Veterinaria. Il 7 settembre toccherà ai Corsi di laurea magistrale a ciclo unico direttamente finalizzati alla formazione di architetto. Infine l’8 settembre sarà la volta dei Corsi di laurea delle professioni sanitarie. Molta attesa c’è anche per il numero di posti disponibili e per le modalità secondo cui le prove verranno svolte.

Tante sono le incognite al di fuori delle date prestabilite. I quiz ad esempio, contro i quali il Ministro Gelmini si scagliò lo scorso febbraio definendoli inadeguati. Le graduatorie, che dovrebbero comprendere nelle regioni 3 sedi per dare più opportunità ai candidati. Infine i posti, quanti saranno quelli messi in palio per ogni facoltà? L’unica certezza è rappresentata dal fatto che nelle prove gli studenti non potranno far valere il bonus maturità, dato che è slittata la proroga al 31 dicembre prossimo. Tante incognite tra le quali l’unica certezza che emerge è la confusione ed il caos che si scatena negli studenti, che ancora non sanno nulla del loro futuro percorso di studi, non potendosi preparare adeguatamente con anticipo quando mancano poco meno di 2 mesi alle prove.