Come studiare bene e velocemente

Il metodo di studio è lo strumento più importante che uno studente debba aver per poter percorrere con un certo successo il proprio percorso di studi.

Naturalmente, il metodo cambia di materia in materia, perlomeno fino alle scuole superiori, mentre alle università il problema di “come studiare” non dovrebbe neanche sussistere visto lo studio diventa in quel caso la disciplina professionale di chi lo pratica.

Come studiare bene e velocemente? Come studiare, cioè, in maniera efficace e produttiva? Per quanto lo si dia per scontato, un ottimo modo per velocizzare e rendere più produttivi gli studi è quello di cominciare dalle ore di lezione in aula.

Il ché sembrerebbe un paradosso soltanto a parlarne, lo si dovrebbe dare, insomma, per scontato, ma non per tutti è così, purtroppo! Come studiare bene e velocemente diventa allora una conseguenza del buon lavoro che si fa in aula: seguire le lezioni, prepararsi con la testa agli argomenti che si affrontano, sono tutte operazioni necessarie per facilitare poi le ore di studio che si svolgono a casa.

Una buona formula per studiare bene e velocemente è quella di sviluppare lo studio “per argomenti” in base agli appunti presi in aula: le pagine del libro da studiare allora diventano forme di approfondimento per quel che si conosce già. Se invece è l’insegnante ad assegnare pagine da studiare senza farne la spiegazione in classe, il metodo di studio cambia. In quel caso, sarebbe molto produttivo studiare di paragrafo in paragrafo e riassumere con appunti o con brevi note al testo quanto studiato, e poi ripassare utilizzando questi medesimi appunti. Da non sottovalutare infine la simulazione delle interrogazioni insieme agli amici: il “beta testing” dello studio in questi casi vi renderà preparati e più consapevoli dei mezzi conoscitivi che possedete!

 

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica